Pialla filo spessore

La pialla filo spessore è una macchina per la lavorazione del legno utilizzata per rendere piatta e liscia una superficie ruvida o per ridurre lo spessore di una tavola ad una misura stabilita e permette di portare a misura una tavola con entrambe le superfici della tavola perfettamente dritte e parallele tra loro. La pialla filo e spessore è anche detta pialla combinata (o pialla da banco) perché offre la possibilità di eseguire due tipologie di lavorazione (a differenza della pialla a spessore).

  • ✔️Lavorazione a filo: si esegue nella parte superiore della macchina. La tavola viene movimentata dall'operatore e viene fatta scorrere su un piano al cui centro sono posizionati i coltelli che con un movimento rotatorio attorno al proprio asse asportano il materiale in eccesso rendendo l'asse liscia e omogenea.
  • ✔️Lavorazione a spessore: avviene all'interno della macchina in un apposito alloggiamento posizionato sotto il rotore a cui sono fissati i coltelli. La tavola verrà fatta avanzare automaticamente dalla macchina grazie a dei rulli gommati. Questa funzione è utile per portare la tavola a uno spessore prestabilito.

Oggetti 1 a 25 di 37 totali

per pagina

Pagina:
  1. 1
  2. 2

Oggetti 1 a 25 di 37 totali

per pagina

Pagina:
  1. 1
  2. 2

Quale pialla filo spessore scegliere?

La pialla filo spessore è uno strumento che possiamo trovare in qualsiasi laboratorio artigiano, falegnameria e garage dell'appassionato di fai da te. È una macchina indispensabile che trova il proprio posto accanto alla troncatrice legno e la sega a nastro verticale. La piallatura infatti e la fase successiva al taglio della tavola. Per la scelta della pialla filo spessore più adatta alle nostre esigenze dovremo valutare alcune caratteristiche importanti:

  • ✔️Potenza del motore: se sei alla ricerca di una macchina per utilizzo continuativo e progetti impegnativi, la scelta dovrà ricadere su un motore potente. Ma se lavori principalmente con legni più morbidi che non mettono a dura prova la pialla, un motore di potenza inferiore dovrebbe andare bene.
  • ✔️Numero di coltelli
  • ✔️Larghezza e lunghezza dai piani: la caratteristica che differenzia una pialla professionale da una pialla da hobbista è la lunghezza del piano. Maggiore sarà la lunghezza dei piano maggiore sarà la qualità della pialla e la capacità della macchina di lavorare tavole di grandi dimensioni.
  • ✔️Spessore di piallatura
  • ✔️Trasportabilità: esistono pialle filo spessore portatili e con basamento. I modelli fissi richiedono molto più spazio e richiedono più manutenzione, ma possono gestire progetti più grandi. I modelli da banco sono meno costosi e più convenienti rispetto ai modelli stazionari. Sono più portatili, il che li rende un'opzione popolare per i professionisti che spesso hanno bisogno di svolgere lavori in loco in luoghi diversi.

Parlando di rumore, le pialle elettriche per il legno tendono a essere molto rumorose e sono considerate tra gli strumenti più rumorosi in qualsiasi laboratorio o garage. Consigliamo vivamente tappi per le orecchie o altri dispositivi di protezione dell'udito. Mantenere le lame affilate può aiutare; il rumore tende ad aumentare man mano che le lame si smussano, ma tu (e i vicini) dovrete comunque tollerare un po' di rumore. I tagli poco profondi possono mantenere le cose un po' più silenziose (e tendono anche ad allungare la durata delle lame).

Un'altra caratteristica tipica della pialla elettrica è la produzione di tanto materiale di scarto sotto forma di trucioli e polvere. Per questo motivo consigliamo sempre di utilizzare un aspiratrucioli per poter mantenere sempre pulito e salubre il luogo di lavoro.



Scrivici